CORSO TEORICO-PRATICO
Trattamento osteopatico: approccio alla salute tramite il movimento presente e permesso

PRESENTAZIONE DEL CORSO: La salute è la presenza di un movimento totalmente libero all’interno dell’essere vivente.

Il corpo è un’unità capace di autoregolazione, autoguarigione e mantenimento della salute. La presenza dell’operatore serve a incrementare queste capacità, sostenendo la salute del paziente.

L’esperienza palpatoria interocettiva mediante il movimento presente e permesso è la base di accesso al sistema Salute.

L’approccio con il movimento permesso (stato efferente dell’operatore) si concentra sulla mobilità di una struttura in relazione ad una forza immessa e riguarda gli schemi biomeccanici, oltre che i fenomeni legamentosi, tendinei e fasciali.

Al contrario, il movimento presente è registrabile senza alcuna immissione di forza esterna sul segmento corporeo ed è influenzato dalla respirazione primaria. Quest’ultima influenza direttamente ogni singola cellula, goccia di fluido e tutti i tessuti. La risposta percepita (stato afferente dell’operatore) è il risultato dei movimenti metabolici prodotti dalla respirazione primaria.

Lavorare con il movimento presente significa rapportarsi con il movimento metabolico e la Quiete. Lo scopo fondamentale del movimento presente è contattare la respirazione primaria affinché essa sveli lo stato di salute e indichi la strada del processo terapeutico di guarigione.

Oltre a riscontrare la vitalità e il metabolismo, la percezione tramite il movimento presente consente di apprezzare i concetti embriologici dell’asse centrale e degli assi degli arti superiori e inferiori.

PROGRAMMA DEL CORSO: Il corso è suddiviso in sei livelli di sei giorni ciascuno (36 giorni in 3 anni didattici divisi in 18 seminari da 2 giorni cadauno) e saranno affrontate le seguenti tematiche:

  • 1° livello: il Neutro (la condizione di funzione minima dell’attività vegetativa)

– Generalità sul neutro
– Stati dell’operatore e del paziente (afferente ed efferente)
– L’attivazione del processo terapeutico

Obiettivi: Conoscere i meccanismi che portano al raggiungimento del neutro, condizione necessaria per l’attivazione del processo terapeutico tra paziente e operatore.

  • 2° livello: il corpo fluidico (espressione vitale di un campo metabolico)

– Generalità sul corpo fluidico
– Il Meccanismo di Respirazione Primaria
– Dinamica dei fluidi e campi metabolici

Obiettivi: Conoscere l’importanza dei fluidi nei diversi apparati, per individuare la loro funzione come strumento diagnostico e all’interno del processo di guarigione spontaneo e automatico.

  • 3° livello: il sistema fasciale (sviluppo dei muscoli epiassiali e ipoassiali)

– Generalità sul sistema fasciale (embriologia)
– L’essere fasciale
– Sviluppo e funzioni dei muscoli epiassiali e ipoassiali

Obiettivi: Conoscere la fascia dal punto di vista embriologico permette di individuare la topogenesi, tettogenesi, morfogenesi e la funzionalità del sistema corporeo.

  • 4° livello: la linea centrale e il viso (approccio tra la fossa cranica posteriore, archi faringei e tasche faringee)

– Sviluppo embriologico degli archi faringei
– Sviluppo embriologico delle tasche faringee
– Relazioni tra la fossa cranica posteriore e gli archi faringei

Obiettivi: Conoscere dal punto di vista embriologico la relazione che intercorre tra la fossa cranica posteriore e gli archi faringei, elemento fondamentale per comprendere la neurofisiologia in condizione di disfunzione somatica.

  • 5° livello: la linea centrale e l’accensione (espressione di Salute sul quale si allinea il corpo)

– Il motore della vita
– Il sistema d’accensione (generalità e funzioni)
– L’integrazione dei tre corpi (tissutale, fluidico e potenziale)

Obiettivi: Conoscere le modalità di sviluppo del movimento metabolico, responsabile del processo di incremento, correzione interiore, sincronizzazione, trasmutazione che rappresenta l’espressione della respirazione primaria.

  • 6° livello: la linea centrale e le ossa lunghe (arti superiori e inferiori)

– Sviluppo embriologico degli arti superiori e inferiori
– Relazione tra la fossa cranica posteriore e arti superiori
– Relazione tra il bacino e gli arti inferiori

Obiettivi: Conoscere il concetto di allineamento tra le strutture che hanno la stessa derivazione embriologica (ossa lunghe) con la Linea Centrale.

DOCENTE: Dott. Nicolangelo Lupelli, Medico Chirurgo-Ortopedico e Osteopata (D.O) da oltre vent’anni specializzato nel trattamento conservativo delle patologie traumatiche, degenerative e da sovraccarico funzionale, ha maturato esperienza nella docenza in ambito osteopatico, in particolare delle discipline concernenti l’incremento della salute dell’individuo attraverso la terapia manuale.

DESTINATARI: Osteopati diplomati

COSTO: 4.500 € + IVA Pagamento in 6 rate da € 750,00 + IVA prima dell’inizio di ogni livello

SEDE: Scuola di Osteopatia AbeOS sede di Raiano (AQ) – via Giovanni Falcone, 5

Per maggiori informazioni contattaci subito scrivendo una e-mail a [email protected] oppure telefonando allo 0864.726418