PostGraduate Osteopatia in ambito Stomatognatico

SEDE: AbeOS Osteopathy School – Raiano
QUANDO: Data da definire
COSTO: 590€ c. IVA
INFO:
[email protected] – 0864.726418

DOCENTE: Christian Defrance De Tersant, DO

PROGRAMMA DEL CORSO:

Come si può pensare a una collaborazione efficace tra la professione odontoiatrica e le sue varie specialità e la professione osteopatica?

L’osteopata interviene in varie fasi del lavoro dell’odontoiatra.
Prepara il terreno cercando di condurre il paziente verso la migliore fisiologia possibile. Per fare questo sono necessarie due o tre consulenze generali, innanzitutto per effettuare una valutazione in linea con il trattamento previsto e per rimuovere eventuali disfunzioni traumatiche che stanno alterando l’attuale situazione. Deve inoltre assicurarsi che la sfera cranica sia il più possibile libera, e per farlo deve conoscere perfettamente il funzionamento delle SSB, delle ossa temporali e dell’intero massiccio facciale. Deve inoltre conoscere i rapporti occlusali e maxillo-mandibolari, sia in termini di fisiologia che di diverse morfologie, nonché le disfunzioni osteopatiche, per poterle analizzare e risolvere in collaborazione con l’odontoiatra. Questa conoscenza può aiutare l’odontoiatra responsabile del trattamento a comprendere i problemi riscontrati e a migliorare le apparecchiature, se necessario.

Durante il trattamento, ogni volta che vengono modificati apparecchi o protesi, l’osteopata deve verificare il rispetto della fisiologia attraverso un colloquio mirato e un esame osteopatico, tenendo conto degli aspetti fisici, fisiologici e psicologici, soprattutto nei bambini e negli adolescenti. L’osteopata deve segnalare al medico di riferimento eventuali problemi del paziente e suggerire un’alternativa, in modo che il paziente sia sempre nelle migliori condizioni possibili per affrontare le limitazioni della sua bocca.

Al termine del trattamento, l’osteopata effettuerà una valutazione finale di consolidamento.

Offriamo un programma di 3 giorni pensato principalmente per gli osteopati, ma che può essere adatto anche ad altre professioni che si occupano della sfera orofacciale. Ci occuperemo di meccanica cranica, meccanica vertebrale e meccanica pelvica, e di ciò che un osteopata considererebbe essenziale per la ricerca e il trattamento.

La maggior parte della formazione sarà dedicata allo studio delle relazioni maxillo-mandibolari e dento-dentali in tutte le disfunzioni della SSB, ma anche in base alle diverse morfologie incontrate. Si analizzerà anche la crescita del cranio e lo sviluppo delle ossa facciali. Il piano tecnico prevede lo studio, la verifica e la normalizzazione delle SSB, delle ossa temporali, dei mascellari e del palato, nonché un protocollo di lavoro complessivo per tutte le ossa del viso.

Particolare attenzione sarà dedicata al lavoro sulle membrane a tensione reciproca, con riferimento al lavoro di John Upledger e Beryl Arbukle.

Il tutto nell’ottica di un trattamento completo. La sfera orofacciale non può essere separata dal resto della persona.  Questo è ciò che cercheremo di portare a tutti i partecipanti, siano essi osteopati, chirurghi dentali, occlusodontisti, ortodontisti o anche chirurghi maxillo-facciali.

ABE SCIENTIFIC ASSOCIATION
BPer filiale di Raiano
IBAN: IT58D0538740720000002919099
BIC: BPMOIT22XXX